domenica 12 gennaio 2020

[VIDEO] UN LEALE TRADIMENTO - CONFERENZA DI VIERI MAZZONI - 11 gennaio 2020

Nessun commento:
UN LEALE TRADIMENTO
La conquista fiorentina di San Miniato a 650 anni di distanza (1370-2020)

Sabato 11 gennaio 2020 si è svolta presso l’Accademia degli Euteleti la conferenza di Vieri Mazzoni dal titolo Un leale tradimento. La conquista fiorentina di San Miniato a 650 anni di distanza (1370-2020). Nel gennaio del 1370, infatti, i Fiorentini sottomisero San Miniato dopo circa sei mesi d’assedio.
Dalla cacciata dei Vicari imperiali alla fine del XIII secolo, San Miniato era diventata una piccola città-stato, con proprio territorio incuneato tra la Valdelsa, la Valdera e il Medio Valdarno Inferiore. Era dotata di propri Statuti, con autonomia amministrativa e diplomatica. La conquista armata segnò la fine di tutto questo e San Miniato fu inserita nel territorio di Firenze, sottoposta al governo della città gigliata. Vieri Mazzoni, autore di numerosi studi e pubblicazioni inerenti l’area fiorentina, la Valdelsa e San Miniato, ha affrontato vari argomenti. Partendo dal contesto toscano del tempo, ha sottolineato i prodromi del conflitto tra i sanminiatesi e i fiorentini, passando per le fasi militari dell’assedio e le conseguenze più immediate della conquista.

Di seguito il video e alcune immagini della serata:





domenica 29 dicembre 2019

SANMINIATESI INSIGNITI - PRIMA GUERRA MONDIALE

Nessun commento:
DBDSM - DIZIONARIO BIOGRAFICO DIGITALE DI SAN MINIATO


In questa pagina sono raccolti i nomi dei sanminiatesi che furono insigniti al Valor Militare durante la Prima Guerra Mondiale (1915-1918).


MEDAGLIA D'ORO

MEDAGLIA D'ARGENTO

MEDAGLIA DI BRONZO
Berti Ugo [22]
Chelli Genesio [43] x2
Lami Michele [36] insignito anche per la campagna di Libia

CROCE DI GUERRA
Chelli Genesio [43]

DBDSM - MORELLI QUINTO

Nessun commento:
DBDSM - DIZIONARIO BIOGRAFICO DIGITALE DI SAN MINIATO


MORELLI QUINTO
Quinto o Quintino Morelli di Giovanni [San Miniato, 24 febbraio 1898 - Condino, 19 luglio 1918], abitante a Ponte a Egola, partecipò alla Prima Guerra Mondiale, inquadrato come soldato nell'8° Reggimento Artiglieria da Fortezza. Rimase ucciso in combattimento. Fu insignito della Medaglia di Bronzo al Valor Militare (Regio Decreto del 2 giugno 1921), con la seguente motivazione:

MORELLI Quinto, da San Miniato (Firenze), soldato 8 reggimento artiglieria da fortezza, n. 10098 matricola. - Durante un'azione di fuoco della propria batteria, violentemente controbattuta da una batteria nemica, rimaneva impavido al suo posto di eliografista e continuava con singolare fermezza nelle proprie mansioni incurante del grave incombente pericolo, finché venne colpito a morte da una granata nemica. - Condino, 6 luglio 1918

FONTI E RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
Bollettino ufficiale delle nomine, promozioni e destinazioni negli ufficiali e sottufficiali del R. Esercito italiano e nel personale dell'amministrazione militare, Ministero della Guerra, dispensa n. 33 del 3 giugno 1921, Ricompense al Valor Militare, Medaglia di Bronzo, p. 1632; Albo d'Oro dei Caduti Militari della Guerra 1915-18, Vol. XXIII, Toscana I, Ministero della Guerra, 1926, p. 562.

DBDSM - MANNUCCI SANTI

Nessun commento:
DBDSM - DIZIONARIO BIOGRAFICO DIGITALE DI SAN MINIATO


MANNUCCI SANTI
Santi Mannucci di Leopoldo [San Miniato, 1 novembre 1892 - Ancona, 7 aprile 1917], partecipò alla Prima Guerra Mondiale, inquadrato come Caporale dell'11° Reggimento Bersaglieri. Fu insignito della Medaglia di Bronzo al Valor Militare. Ammalatosi fu trasferito in convalescenza all'ospedale di Ancona, dove morì.

FONTI E RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
Albo d'Oro dei Caduti Militari della Guerra 1915-18, Vol. XXIII, Toscana I, Ministero della Guerra, 1926, p. 493.

DBDSM - FALASCHI PIETRO

Nessun commento:
DBDSM - DIZIONARIO BIOGRAFICO DIGITALE DI SAN MINIATO


FALASCHI PIETRO
Pietro Falaschi di Oreste [San Miniato, 26 luglio 1897 - Medio Isonzo, 20 agosto 1917], abitante a Montebicchieri, partecipò alla Prima Guerra Mondiale come soldato inquadrato nel 258° Reggimento Fanteria. Durante la cosiddetta Undicesima Battaglia dell'Isonzo, morì per le ferite riportate in combattimento. La sua azione fu premiata con una Medaglia di Bronzo al Valor Militare (decreto luogotenenziale del 18 ottobre 1918) con la seguente motivazione.

FALASCHI Pietro, da San Miniato (Firenze), soldato portaferiti reggimento fanteria, n. 7769 matricola. - Sotto il furioso fuoco di fucileria nemica, prestava ad un compagno le sue cure di portaferiti, finché, colpito egli stesso, lasciava la vita sul campo. - Canale, 20 agosto 1917.


FONTI E RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
Bollettino ufficiale delle nomine, promozioni e destinazioni negli ufficiali e sottufficiali del R. Esercito italiano e nel personale dell'amministrazione militare, Ministero della Guerra, dispensa n. 67 del 18 ottobre 1918, Ricompense al Valor Militare, Medaglia di Bronzo, p. 5486, Albo d'Oro dei Caduti Militari della Guerra 1915-18, Vol. XXIV, Toscana II, Ministero della Guerra, 1926, p. 313.

DBDSM - FROSINI PIETRO

Nessun commento:
DBDSM - DIZIONARIO BIOGRAFICO DIGITALE DI SAN MINIATO


FROSINI PIETRO
Pietro Frosini [San Miniato, ? - ?], partecipò alla Prima Guerra Mondiale come tenente inquadrato in un Reggimento Artiglieria da Montagna. Durante la cosiddetta Undicesima Battaglia dell'Isonzo, la sua azione fu premiata con una Medaglia d'Argento al Valor Militare (Regio decreto 13 ottobre 1917) con la seguente motivazione.

FROSINI Pietro da San Miniato (Firenze), tenente reggimento artiglieria montagna. Offertosi volontario quale comandante di una pattuglia di collegamento presso una colonna d'attacco, durante tutte le azioni diede bella prova di prezzo del pericolo e di elevato sentimento del dovere, eseguendo ripetutamente ardite ricognizioni per verifica dei varchi nei reticolati nemici. Avendo la colonna attaccante, presso la quale era comandato, incontrata accanita resistenza in causa di mitragliatrici avversarie, con segnalazioni precise diresse il tiro della propria batteria, ottenendo la completa demolizione delle difese nemiche e facilitava l', occupazione della posizione da parte della nostra fanteria. - Vallone del Rohot, 18-27 agosto 1917.


FONTI E RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
Bollettino ufficiale delle nomine, promozioni e destinazioni negli ufficiali e sottufficiali del R. Esercito italiano e nel personale dell'amministrazione militare, Ministero della Guerra, dispensa n. 68 del 13 ottobre 1917, Ricompense al Valor Militare, Medaglia di Bronzo, pp. 5530-5531.

DBDSM - CAPPELLI SERAFINO

Nessun commento:
DBDSM - DIZIONARIO BIOGRAFICO DIGITALE DI SAN MINIATO


CAPPELLI SERAFINO
Serafino Cappelli di Ferdinando (San Miniato, 19 marzo 1894 - San Daniele del Friuli, 30 ottobre 1917) abitante a Montebicchieri. Partecipò alla Prima Guerra Mondiale inquadrato nel 25° Reggimento Cavalleria, Lancieri di Mantova. Morì per ferite riportate in combattimento e fu insignito della Medaglia di Bronzo al Valor Militare (decreto luogotenenziale del 18 ottobre 1918), con la seguente motivazione:

CAPPELLI Serafino, da San Miniato (Firenze), soldato reggimento lancieri n. 30982 matricola. - Comandante di rinforzo allo squadrone mitraglieri, disimpegnava con zelo e ardimento il compito di porta munizioni sotto il fuoco avversario, finché venne ferito a morte. - S. Daniele del Friuli, 30 ottobre 1917.

Dall'opuscolo realizzato dal Can. Galli-Angelini in occasione dell'inaugurazione del faro votivo (1928) risulta fra i caduti sanminiatesi. Tuttavia, il suo nome non compare nell'Albo d'Oro dei Caduti Militari della Guerra 1915-18.

FONTI E RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
Bollettino ufficiale delle nomine, promozioni e destinazioni negli ufficiali e sottufficiali del R. Esercito italiano e nel personale dell'amministrazione militare, Ministero della Guerra, dispensa n. 67 del 18 ottobre 1918, Ricompense al Valor Militare, Medaglia di Bronzo, p. 5484.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...