mercoledì 18 aprile 2018

DBDSM – CHELLI CARLO

DBDSM - DIZIONARIO BIOGRAFICO DIGITALE DI SAN MINIATO


DBDSM –  CHELLI CARLO
Carlo Chell di Piero [San Miniato, 16 febbraio 1924 – 22 luglio 1944], Sotto-tenente presso l'Aeronautica, in servizio presso l'aeroporto di Torino assieme a Sergio Barusso e Pietro Miraglia. I tre nei primi mesi del 1944 decisero di abbandonare i rispettivi impieghi e di muoversi verso la Toscana, confidando di rimanere nascosti presso la famiglia Chelli a San Miniato. Inizialmente trovarono ospitalità a Roffia, presso Don Lionello Benvenuti, lo zio di Carlo Chelli. Tuttavia a seguito dell'ordine di sgombero dell'area fra l'Arno e la ferrovia, i tre si spostarono a San Miniato e trovarono ospitalità presso il Monastero di San Paolo e poi al Convento di San Francesco. La mattina del 22 luglio 1944 si trovavano nella Cattedrale dei SS. Maria Assunta e Genesio Martire, Sergio Barusso e Carlo Chelli rimasero uccisi nell'esplosione che causò la morte di 55 persone. Dei tre solo Pietro Miraglia si salvò.
Il suo nome è indicato nella lapide collocata nel Duomo di San Miniato nel 1994 e inaugurata nel quarantesimo anniversario della strage.

FONTI E RIFERIMENTI: Archivio Storico del Comune di San Miniato, Carteggio per Categorie, Anno 1945, Atti del Comune già carte raccolte dall'assessore Renzo Caponi. Materiali originali eccidio Duomo. Relazione Giannattasio e altro, F200 S062 UF184, Cittadini deceduti per vicende belliche durante il passaggio del fronte da San Miniato – periodo dal 12-2-44 al 17-10-45; Morti nella Cattedrale e in ospedali (del Comune e fuori Comune) per ferite riportate nella Chiesa Cattedrale.
RIF. SMARTARC: 22 luglio 1944 – LA STRAGE DEL DUOMO DI SAN MINIATO pagina da cui è possibile consultare tutti i post inerenti l'episodio.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...