venerdì 12 maggio 2017

DBDSM - BIANCHI GUIDO


DBDSM – BIANCHI GUIDO
Guido Bianchi di Giovanni e Dinelli Filomena [San Miniato, 17 agosto 1899 – Empoli, 22 gennaio 1944], abitante in via Sasso fra La Scala e Sant'Angelo a Montorzo. Nel 1926 si sposò con Santini Ines e nel 1936 si trasferì a Pianezzoli, nel Comune di Empoli. Trovò impiego nella Vetreria Taddei di Empoli che fu colpita da ordigni esplosivi sganciati dall'aviazione alleata la notte fra il 22 e il 23 gennaio 1944. In tale circostanza rimasero uccisi otto operai fra cui Guido Bianchi.
Il suo nome è indicato nell'epigrafe dedicata agli operai della Vetreria Taddei deportati e deceduti nei campi di concentramento della Germania e morti per il bombardamento aereo in questa stessa fabbrica, collocata il 10 aprile 1948 in Largo 8 marzo del '44 ad Empoli.
Il suo nome è indicato nell'elenco dei civili nella più ampia epigrafe dedicata alle vittime della Seconda Guerra Mondiale, collocata a Ponte a Elsa in via 2 Giugno (Comune di Empoli) sulla facciata dell'edificio ex Casa del Fascio, ex Caserma dei Carabinieri, ex Ufficio Postale. Il testo di tale iscrizione è stato poi replicato nel monumento situato in Piazza Alberi a Ponte a Elsa (Comune di San Miniato) e inaugurato il 27 aprile 2014.

FONTI E RIFERIMENTI: I Caduti di Ponte a Elsa, Comitato “Bruno Falaschi” Ponte a Elsa, Comune di San Miniato, San Miniato, 2014, pp. 12, 53.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...